Galleria

Chiuso

Ipermercato

Chiuso

Area ristorazione

Chiuso
Scopri tutti gli orari >>
<< Torna all'elenco

SEGRETI DI BELLEZZA

fashion

Da Cleopatra all’antica grecia, ecco le beauty guru che hanno lasciato il segno nel mondo del make up!

Le donne si chiedono da sempre quale sia il segreto per essere più belle, fin dall’antichità!

Già nella preistoria corpo e viso venivano pigmentati con decorazioni e ghirigori, che andavano già ben oltre il semplice make up:  truccarsi era un simbolo di distinzione sociale e di supremazia, vissuto come segno di appartenenza a un rituale religioso o a un popolo. Solo secondariamente la decorazione del corpo e del volto divenne esaltazione della propria bellezza, uno strumento volto a rendere il proprio aspetto più gradevole ai nostri occhi e a quelli degli altri. 

Proprio come ai giorni nostri, anche nell’antichità l’utilizzo dei cosmetici veniva insegnato e promosso da alcuni, ma censurato da altri, soprattutto moralisti e poeti.

Grazie alle tantissime scoperte archeologiche, ai riferimenti nell’arte e alle conferme nella letteratura è possibile tracciare un profilo dettagliatissimo delle pratiche cosmetiche femminili nelle varie civiltà, siano esse greche, romane o etrusche: infatti, esistevano già schiere di professionisti della bellezza, come parrucchieri, make-up artist ed estetisti.

Ad esempio, in Egitto le donne usavano in abbondanza unguenti per truccare il viso e cera d’api, al posto del rasoio; le etrusche stendevano sul viso un fondotinta di argilla depurata e talco, che donava un incarnato diafano; le romane amavano gli ombretti color zaffiro e smeraldo, preziosissimi perché derivati dalle omonime pietre. 

Un’altra cosa che non cambierà mai? Le donne mai soddisfatte della propria bellezza: schiariture, ferri e tanti strepiti per un colore di capelli sbagliato erano all’ordine del giorno anche nell’antichità!

Gli altri trends